"...in una 10 km hai tempo solo per la gara, devi stare concentrato sul ritmo e spingere. In una gara come quelle che faccio io devi stare attento ad alcune cose, non perdere la strada o il sentiero, mangiare e bere quando è il momento, guardare dove metti i piedi, ma poi ti avanza ancora tanto tempo e non puoi certo pensare al traguardo (a volte io corro gare da 20-22 ore…) è viene il momento per liberare la mente, guardarsi attorno, sentire se stessi, ripensarsi un po’."
-Marco Olmo-

martedì 10 gennaio 2012

La Sportiva Quantum

Complice una trasferta lavorativa in valle di Fiemme ho avuto occasione di fare una visita allo spaccio aziendale de "La Sportiva".
Lo shop annesso alla produzione è un vero e proprio negozio dove si trova tutto ma senza sconti di rilievo. Un corner di discrete dimensioni è invece dedicato alle calzature da campionario (solo taglie 42 per l'uomo) e alle "seconde scelte".

Mi sono qundi fatto un regalo:  le mitiche Quantum!

Da tempo osservavo con curiosità la nuova suola introdotta dal La Sportiva per queste scarpe da corsa in montagna. Un profilo e una tecnologia innovativi che meritano di essere testati!

Le prime sensazioni mettendola ai piedi sono buone. Calza bene (come un calzino si direbbe... un pò come con le SpeedCross2) e la conchiglia sul tallone è suficientemente avvolgente da tenere la scarpa ferma senza dover stringere all'eccesso i lacci... un po' meno delle Kalenji ma molto più delle Cascadia. La suola è morbida, ammortizza molto, è davvero confortevole. Temo molto il consumo di questa: si tratta, in breve, di una guaina nera sopra una mescola morbida rossa (nel mio caso). Mi spaventa quindi il possibile consumo e lacerazione della guaina, che, esponendo la mescola interna, causerebbe l'inutilizzabilità ulteriore della scarpa.Vedremo in seguito.

Primi 6 KM!

Testata subito sul misto devo dire che la suola è davvero una ventosa su sterrato, ciottolato, fogliame, sentieri sconnessi. Sensazione mai provata con altre scarpe tassellate. Incollata anche su sassi o radici bagnate e con ogni pendenza. Solo sull'erba bagnata, la tenuta è simile alle tassellate classiche!
La leggerezza e la buona risposta della suola si sentono anche sull'asfalto dove però temo che si acceleri il consumo della "guaina".
Camminando si ha quasi la sensazione che il tallone tiri un pò verso l'esterno, sensazione che scompare nella corsa ma che per me, che solitamente piego all'interno in maniera eccessiva, è quasi un toccasana!
Vediamo come si comporta su tratti più lunghi! Leggendo qua e la alcuni evidenziano problemi di scollamento di suola e schiumato interno... vedremo!!!






2 commenti:

  1. puoi azzardare un ordine di grandezza del risparmio rispetto la normale linea di vendita?

    il mio problema con gli spacci e che, per capirne la convenienza, non sempre riesco ad avere ben chiaro il prezzo pieno.

    RispondiElimina
  2. Ciccò, sentiamoci via mail: fabrizio punto cucchiaro chiocciola gmail punto com!

    RispondiElimina