"...in una 10 km hai tempo solo per la gara, devi stare concentrato sul ritmo e spingere. In una gara come quelle che faccio io devi stare attento ad alcune cose, non perdere la strada o il sentiero, mangiare e bere quando è il momento, guardare dove metti i piedi, ma poi ti avanza ancora tanto tempo e non puoi certo pensare al traguardo (a volte io corro gare da 20-22 ore…) è viene il momento per liberare la mente, guardarsi attorno, sentire se stessi, ripensarsi un po’."
-Marco Olmo-

lunedì 24 ottobre 2011

Celva, girarci intorno!


Questo è un percorso che mi regala sempre un sacco di soddisfazioni! Sentieri e stradine secondarie, piccoli abitati e posti abbandonati, la passerella sul fiume e il passaggio a filo della ferrovia, l'attraversamento della statale e le cave di Pila, un po' di salita, una discesa da correre tutta, poi ancora salite e discese, e ancora su e ancora giù, Oltrecastello, Civezzano, Cognola. Insomma un giro davvero vario, lungo il giusto da renderlo interessante e dai bei particolari ai quali dedicare una pausa e uno sguardo.
A rendere il tutto più interessante questa volta ci si è messo il buio... l'estate è finita e le giornate si sono accorciate, così arrivato al passo del Cimirlo la notte ha iniziato a fare capolino ed il frontalino è diventato compagno indispensabile. Bella anche questa versione della corsa nel bosco, certo la velocità si deve ridurre e il timore di sbagliare strada è sempre dietro l'angolo, ma per come piace correre a me anche questa è una esperienza entusiasmante.

il tracciato:

Visualizzazione ingrandita della mappa


Buio, tanto buio!
questa la passerella sul fiume Fersina
e questa la ferrovia della Valsugana


martedì 18 ottobre 2011

Running Wife!

Poco tempo per correre e per scrivere in questi giorni...

Questo giro però merita una menzione speciale!

Partenza in salita dal parcheggio sopra il rist. Campel in direzione Montevaccino, svolta a destra passando a fianco ad uno spazio che il comune ha già destinato al rimboschimento dei "nati nel 2012"!

Discesa prima leggera, poi abbastanza tecnica fino a diventare impegnativa negli ultimi metri prima di raggiungere le case isolate di Fabrica di Magnago.
Da qui si imbocca il bellissimo "Senter del Lof" che con leggeri sali/scendi arriva alle Trincee della prima guerra, che si percorrono per un bel tratto.
Si ricomincia a salire quindi in direzione del Campel, non senza dedicare una breve deviazione tra il km 5 ed il km 6 a godere di una splendida vista su Civezzano e Alta Valsugana da una terrazza naturale.

Percorso da menzione perchè, dopo aver lasciato le bimbe dai nonni, siamo riusciti finalmente a correre un pò insieme, io e la mia Hillary "running wife"!

martedì 4 ottobre 2011

Montagna...

... niente corsa per questo fine settimana ma una meravigliosa due giorni in val di Funes, Alto Adige.
Clima estivo, sole, ottima compagnia, gran mangiate e sopratutto diversi boccali di weißbier!

Forse l'ultimo scampolo di estate, ma stare ai 2300 mt del rifugio Genova alle 10.00 del mattino a petto nudo ed avere caldo... non ha prezzo!