"...in una 10 km hai tempo solo per la gara, devi stare concentrato sul ritmo e spingere. In una gara come quelle che faccio io devi stare attento ad alcune cose, non perdere la strada o il sentiero, mangiare e bere quando è il momento, guardare dove metti i piedi, ma poi ti avanza ancora tanto tempo e non puoi certo pensare al traguardo (a volte io corro gare da 20-22 ore…) è viene il momento per liberare la mente, guardarsi attorno, sentire se stessi, ripensarsi un po’."
-Marco Olmo-

sabato 4 giugno 2011

Brooks Cascadia 5

Da gennaio uso su sentiero le Brooks Cascadia 5:


Devo dire che le prime impressioni sono state subito buone. La scarpa è abbastanza leggera, ma non leggerissima, avvolge bene il piede con una buona tenuta anche in discesa.
L'appoggio è buono anche se non ai livelli della Salomo SLab che ho usato in precedenza. Ma la Salomon ha una sorta di allargamento della suola sotto il tallone difficilmente eguagliabile.

Per ora il consumo del battistrada è scarso grazie al dichiarato inserimento di silice nella mescola... ma questo andrà valutato meglio tra un paio di mesi. In ogni caso il grip è molto buono.
Meno sostenuto l'appoggio per pronatori, si soffre un pò sull'asfalto che, purtroppo, ogni tanto capita di percorrere.
Ottima la protezione da sassi, rami o altro data dagli inserti in punta, sui lati e nel sottosuola. Qua il confronto con la Salomon SpeedCross 2 è nettamente a favore della Cascadia. Molto più leggera competitiva la prima, più protettiva e affidabile la seconda.

Personalmente non ho trovato un feeling al 100% con questa scarpa. Stringe il piede troppo o troppo poco, causando un formicolio o in alternativa risultando troppo lasca e quindi instabile. Sul duro ho la brutta sensazione di sentirmi "cadere"  verso l'interno, e alla lunga questo mi provoca un fastidio alla caviglia. Sul morbido non mi dà quella stabilità che vorrei.

E' recentemente uscita la Cascadia 6... sarà da testare!
:-)





Nessun commento:

Posta un commento