"...in una 10 km hai tempo solo per la gara, devi stare concentrato sul ritmo e spingere. In una gara come quelle che faccio io devi stare attento ad alcune cose, non perdere la strada o il sentiero, mangiare e bere quando è il momento, guardare dove metti i piedi, ma poi ti avanza ancora tanto tempo e non puoi certo pensare al traguardo (a volte io corro gare da 20-22 ore…) è viene il momento per liberare la mente, guardarsi attorno, sentire se stessi, ripensarsi un po’."
-Marco Olmo-

giovedì 27 gennaio 2011

Non si corre...

Periodaccio sul lavoro, quindi non si trova il tempo per correre, neanche un pochino!

Ma sabato e domenica....
















:-)

mercoledì 19 gennaio 2011

Quando il sol tramonta...

...a spasso sul Calisio.

Un bel percorso di 10 km con 500 metri di dislivello tra Martignano, Predamala, Ex Rifugio, Villamontagna, Cave di Pila, Tavernaro. Partenza con il sole ed arrivo con la luna piena... uno spettacolo!




venerdì 14 gennaio 2011

Persi sul Cornetto...

... proprio persi magari no, ma un piccolo svarione ce lo siamo concessi!

Nebbia da non vedere nulla si rinuncia alla cima per non fare il traversino senza una traccia e sopratutto senza riferimenti visivi. Quindi in discesa... ma troppo a sinistra!



Il timore di essere nella valletta che scende verso Cadine quindi ripellata per risalire e riprendere la cresta di discesa!

Anche il Cornetto regala emozioni :-)


Visualizza Senza titolo in una mappa di dimensioni maggiori

lunedì 3 gennaio 2011

Anno vecchio...

...cosa nuova!

31 dicembre, ultimo giorno dell'anno porta in dote un paio d'ore libere. Nessuna voglia di uscire a correre, nemmeno tanta voglia di affrontare camminando i soliti ripidi sentieri... però c'è il desiderio di uscire, andare al sole ed all'aria aperta.
Così si parte, senza avere chiaro cosa fare o dove andare.
Dopo un paio di minuti sono sul sentiero che porta verso Predamala, ma invece di seguirlo, come tante altre, volte inizio a salire nel bosco. Senza una traccia segnata, direttamente verso l'alto, a volte a "quattro zampe" per la forte pendenza, altre districandomi tra cespugli secchi, altre ancora aggirando salti di roccia non altrimenti superabili.
Insomma ne è uscito un qualcosa di nuovo rispetto alla corsa. Qualcosa di nuovo, divertente e un pò selvaggio!

Da rifare!

Sotto alcune foto del "percorso" :-)