"...in una 10 km hai tempo solo per la gara, devi stare concentrato sul ritmo e spingere. In una gara come quelle che faccio io devi stare attento ad alcune cose, non perdere la strada o il sentiero, mangiare e bere quando è il momento, guardare dove metti i piedi, ma poi ti avanza ancora tanto tempo e non puoi certo pensare al traguardo (a volte io corro gare da 20-22 ore…) è viene il momento per liberare la mente, guardarsi attorno, sentire se stessi, ripensarsi un po’."
-Marco Olmo-

mercoledì 29 settembre 2010

Trento - Mori

Secondo e ultimo lungo in preparazione della maratona del 10 ottobre.

Ancora ciclabile, questa volta direzione sud!

Partenza con un pò di stanchezza residua nelle gambe (26 km giovedì e 10 km domenica)dal ponte di S. Lorenzo a Trento.

I primi 7 km scorrono leggeri fino a Mattarello, poi altri 7 per raggiungere Besenello durante i quali la soletta della scarpa inizia a dare fastidio. Sto testando le "Ironman" in gel, con l'obiettivo di usarle nelle lunghe distanze, modificate rimuovendo alcune parti rigide della struttura per adeguarle al mio passo.

Altri 7 chilometri durante i quali il Calisio scompare alle mie spalle, le Tre cime del Bondone scorrono a destra lasciando il posto alla cresta dello Stivo. Si attraversano le campagne dei comuni di Calliano, Nomi e Volano.

Inizia ad imbrunire, mancano ancora 11 chilometri! Mangio una barretta molto lentamente per evitare che "resti sullo stomaco", inizio a sentire un pò di stanchezza! Villalagarina scorre a destra, al di là dell'Adige, si lambisce Rovereto entrando brevemente nel quartiere di S. Ilario. Poi ancora avanti, verso Isera.

Supero i 25 chilometri senza problemi, 26, 27, 28... al 29° la fatica si fa sentire, 200 metri al passo poi riprendo la corsa. Qui il gioco si fa duro!

arrivo al 32° km alla stazione dei treni di Mori dove riesco a prendere al volo il regionale per tornare a Trento.

Le gambe girano, non ho avuto problemi particolari... dolorini vari alla coscia destra, ginocchio sinistro, caviglia sinistra... ma nulla di invalidante!
Il fiato tiene bene il passo di corsa, attestato nella media dei 6' al chilometro.
La voglia di andare c'è, anche di fronte alle diverse mini-crisi che si presentano regolarmente ogni 5/7 chilometri.
Dovrò fare particolare attenzione al "muro" dei 30 km, tenendo un passo più lento, facendo qualche pausa durante i primi 25 km, e rassegnandomi a compiere alcuni tratti camminati se necessario.

Chiudo con 32 km, 3h:04m. Stanco ma non stremato.


Visualizza Trento - Mori in una mappa di dimensioni maggiori

venerdì 24 settembre 2010

Trento - Mezzocorona

Comincio subito dicendo che è stata una esperienza piacevole!

Tutto piano, nessun dislivello. Tutto asfalto, niente sentiero.

Però piacevole!

Il percorso è quello della ciclabile che attraversa la valle dell'Adige. Partenza dal parcheggio ex Sit, arrivo alla stazione di Mezzocorona e da qui in treno per il ritorno.

Tutto bene, e questa è la notizia di rilievo in vista del 10 ottobre. 26 chilometri percorsi tranquillamente, sempre di corsa con passo lento. 2 ore e 20 minuti in tutto, media di poco superiore ai 10km/h o 6' al chilometro.

La prima parte di percorso è molto frequentato da chi corre o passeggia. Poi via via la gente cala. Molto bello ma lungo il passaggio attorno al biotopo in corrispondenza di Lavis. Qui si incontrano altre persone, poi di nuovo soli fino a Mezzocorona. Il buoio, schiarito da una magnifica luna piena, mi ha colto in zona Nave S.Rocco, spingendomi ad accendere il frontalino più per paura del passaggio veloce di qualche ciclista che per reale necessità. La ciclabile non è ovviamente illuminata! Marciapiedi e macchine solo da Grumo e Mezzocorona.



...certo che in montagna è un'altra cosa :-)



Visualizza Trento - Mezzocorona in una mappa di dimensioni maggiori

giovedì 23 settembre 2010

Tradimento...

Avevo detto che non lo avrei mai fatto...

...e invece questa sera si corre in ciclabile: niente sentieri, nessuna salita, zero montagna.
Ne sarò capace?


Mah!

mercoledì 22 settembre 2010

Brevi...

Il 10 ottobre si avvicina, e devo confessara di aver rispettato quanto previsto: nessuna preparazione specifica!
Non riesco proprio a correre seguendo tabelle di allenamento o programmando le cosidette "ripetute". Corro per divertirmi.

In questi giorni non c'è stata l'occasione di fare qualche scorribanda nei boschi, quindi un paio di percorsi simili tra loro ed abbastanza facili. Quasi tutti su strada fondo stradale, senza troppo traffico e con scorci molto belli tra antichi insediamenti, vigneti e sobborghi. 9 chilometri circa per entrambi, con poca (250 mt) salita.

Mi riprometto di fare almeno uno o due lunghi in ciclabile prossimamente :-)
Almeno per abituare le zampe all'asfalto!



Visualizza Pila 1 in una mappa di dimensioni maggiori



Visualizza Pila 2 in una mappa di dimensioni maggiori

giovedì 16 settembre 2010

Intorno a Trento

Lungo giro, in gran parte pianeggiante e su asfalto, con una sorpresa ed un grande errore!

Partiamo dal principio.
In vista del 10 ottobre l'idea è quella di provare le scarpe da ginnastica su una distanza lunga ed iniziare ad allenarmi un pò sul pianeggiante.



Quindi da Martignano via verso Villazzano e poi S.Rocco. Da qui in discesa verso Mattarello, a sud del Bosco della Città, in corrispondenza del centro Fauna Alpina del Casteller. Qui la sorpresa, da dietro l'enorme recinto un cervo femmina che prima mi osserva e poi si lascia accarezzare l'umido nasone.

Si prosegue quindi verso Mattarello e poi tramite la lunga ciclabile di nuovo in direzione Trento. Guardare il lungo nastro di asfalto, dritto e piatto davanti mi ha fatto una certa impresisone. Non ci sono abituato, preferisco la bianca forestale che sale fino al vicino tornante successivo!

Dal quartiere di Cristore quindi fino a Melta e poi in salita, camminando stancamente, fino a Martignano.

L'errore.
Non ho praticamente bevuto nulla in 3 ore e 26 chilometri. Appena arrivato a casa il mio fisico ha presentato il conto: freddo, brividi, nausea, spossatezza. Quindi avvolto in una calda coperta confortato da numerosi bibitoni a base di integratori e zucchero!
Anche questa è esperienza!



Visualizza Intorno a Trento in una mappa di dimensioni maggiori

lunedì 13 settembre 2010

Giro Calisio... largo!

Bel giretto intorno al Calisio, passando da Villamontagna, zona S.Colomba, biotopi vari, Gorghe. Rientro da Pralungo e Bolleri.
I sentieri intorno al Calisio sono sempre ben curati e segnalati. Unico passaggio difficoltoso quello che dalla strada di Valcalda (montevaccino) porta ai Masi Saracini. L'attacco non è segnalato ed il sentiero è interrotto diverse volte da alberi caduti... in compenso pare vi siano tante brise nei dintorni!

Altri 21 chilometri in vista del 10 ottobre... ben sapendo che non sono propriamente la preparazione ideale, ma almeno è quella che più mi diverte!


Visualizza Giro Calisio largo in una mappa di dimensioni maggiori

martedì 7 settembre 2010

Giro del Celva

Allora,
dopo le stanche vacanze si ricomincia a girare per strade e boschi!

Bellissimo percorso misto (asfalto, sterrato, sentiero, acqua!) che da Martignano porta a fare il giro al Celva, passando per Oltrecastello, passo del Cimirlo, Roncogno, Civezzano, Pila, Villamontagna.

Con l'imprevisto!
Scesi dal Cimirlo e passato l'abitato di Roncogno ci si porta, sempre sul versande del Celva, in prossimità della località Slacche. Quì è previsto l'attraversamento del Fersina su una passerella molto pittoresca... che non c'è più! Ossia c'è ma è posizionata a lato del torrente, probabilmente trascianta da una piena invernale!
Così, non pensando nemmeno alla possibilità di tornare indietro, l'unica alternativa è stata quella di mettere i piedi ammollo :-)

Alla fine si contano una ventina di chilometri con 800 metri di dislivello positivo... molto divertenti!



Visualizza Giro del Celva in una mappa di dimensioni maggiori

lunedì 6 settembre 2010

Mare!!!

Appena rientrato da due meravigliose settimane di mare, sole e buona cucina!

Corso pochissimo, mangiato tanto, dormito abbastanza!

... tanto manca più di un mese al 10 ottobre :-)

Pubblico, giusto per dovizia di particolari, le tracce di due corsete di 7/8 chilometri su terreno misto (asfalto, sterrato, sabbia...). Percorsi brevi ma che hanno il pregio, o difetto, di essere realizzati alle due del pomeriggio, quando il sole spinge talmente forte che si ha l'impressione di correre contro vento!

Viva le vacanze!


Visualizza San Nicola Uno in una mappa di dimensioni maggiori


...


Visualizza San Nicola due in una mappa di dimensioni maggiori