"...in una 10 km hai tempo solo per la gara, devi stare concentrato sul ritmo e spingere. In una gara come quelle che faccio io devi stare attento ad alcune cose, non perdere la strada o il sentiero, mangiare e bere quando è il momento, guardare dove metti i piedi, ma poi ti avanza ancora tanto tempo e non puoi certo pensare al traguardo (a volte io corro gare da 20-22 ore…) è viene il momento per liberare la mente, guardarsi attorno, sentire se stessi, ripensarsi un po’."
-Marco Olmo-

mercoledì 21 ottobre 2009

A Civezzano

Percorso semplice e piacevole per arrivare a Civezzano.

Molto bello il sentiero che dal Campel scende a Magnago (fraz. di Civezzano) costeggiando per buona parte alcune trincee ben conservate. Purtroppo era quasi buio e quindi non mi sono concesso il tempo dovuto per dare una buiona occhiata!

Bello anche il sentiero che da Magnago scende a Civezzano, attraversando un torrentello con un ponticello in legno.

La sera è sempre più buio e freddo per correre :-)


Visualizza Campel, S.Lof, Civezzano in una mappa di dimensioni maggiori

mercoledì 14 ottobre 2009

Cima Calisio

Dopo le ultime uscite "lunghe" che mi hanno costretto a rientrare correndo lungo la strada dei Forti per il buoi ormai sopraggiunto, mi sono rassegnato al fatto che le giornate si stanno davvero accorciando.

Così nei giorni scorsi,in compagnia di Amedeo, ci siamo dedicati a qualche giretto un po' più corto, in modo da rientrare prima che il buio ci avvolga e riuscendo comunque a stare su sentieri.

Ieri, quasi per sparare l'ultima cartuccia, partenza alle 17.45, mezzora per raggiungere l'Ex Rifugio dal sentiero di Predamala e poi ancora su, fino in cima al Calisio. Tempo record per questa ultima uscita "dopo-lavoro": 49 minuti e un gran fiatone!

La salita è stata una piacevole gara contro il sole... più lui cercava di tramontare più io salivo cercando di guadagnare ancora qualche minuto di luce. Ho tenuto bene fino all'Ex Rifugio, poi ha vinto lui!
:-)


Ripreso un po' di forze ed indossato qualcosa per il freddo mi fiondo in discesa per cercare di sfruttare tutta la luce possibile. Appena sotto la cima la caviglia sinistra non regge e mi becco una bella storta. Attimo di preoccupazione (sarebbe fastidioso scavigliare seriamente appena sotto la vetta) ma poi tutto si è ricomposto e riesco quindi a riprendere a correre.

Raggiunta Carbonaia prendo in direzione del rifugio Campel dove arrivo quando il cielo inizia ad essere scuro. Giù su asfalto quindi fino a Villamontagna, Tavernaro e Moià. Infine con l'ausilio del frontalino di nuovo a Martignano dopo una decina di chilometri e 750 metri di dislivello.

Gran bel giro, peccato che con l'accorciarsi delle giornate diventerà sempre più difficile correre in mezzo ai boschi!

Qui il tracciato:

Visualizza Cima Calisio, Campel in una mappa di dimensioni maggiori



questi invece i "brevi" fattibili in pausa pranzo o con le ultime luci del pomeriggio:


Visualizza breve ex rifugio in una mappa di dimensioni maggiori




Visualizza Breve Polsa in una mappa di dimensioni maggiori