"...in una 10 km hai tempo solo per la gara, devi stare concentrato sul ritmo e spingere. In una gara come quelle che faccio io devi stare attento ad alcune cose, non perdere la strada o il sentiero, mangiare e bere quando è il momento, guardare dove metti i piedi, ma poi ti avanza ancora tanto tempo e non puoi certo pensare al traguardo (a volte io corro gare da 20-22 ore…) è viene il momento per liberare la mente, guardarsi attorno, sentire se stessi, ripensarsi un po’."
-Marco Olmo-

mercoledì 19 agosto 2009

a Ferragosto...

... ci scappa una corsetta, ma con tanta discesa!

Complice la gita in famiglia a Lagolo ho colto l'occasione per un ritorno a Trento a piedi.

Il sentiero che parte lungo la strada che porta alle Viote è molto bello ma poco segnalato... ed in effetti sbaglio strada e vado verso Vezzano! Corretta la rotta via in discesa fino a S.Anna di Sopramonte. Avevo in mente di prendere la strada che da qui porta alla Malga Brigolina ma per un altro errore di percorso salgo fino sopra alla malga di Mezzavia... poco male, un pò di salita in più che non fa male! Da qui quasi tutto asfalto fino alla strada che da Sopramonte porta in Bondone e un paio di chilometri sotto si incrocia una stradina, ancora asfaltata, che porta sui tornanti di Sardagna.

Un appunto sulle nuove Salomon Speed Cross 2: eccezionali. Leggere e comode come un calzino ma con una suola che artiglia il terreno. Ben protette in punta, non altrettanto sui lati che, cedendo la priorità alla leggerezza ed al comfort, non sono certo protettive come altre... ma d'altra parte è una scarpa "estrema" e "da gara" ed in questo senso è davvero performante.


Visualizza Lagolo Sardagna in una mappa di dimensioni maggiori

mercoledì 12 agosto 2009

Martignano-Celva-Civezzano

Come il solito partenza da casa, direzione Moià e poi giù all'Orrido per risalire fino a Povo e poi Oltrecastello. Tanto asfalto fino a qua, ed finalmente si sale su un ripido sentiero che porta sulla cima del Celva.. che non raggiungo perchè si sta facendo tardi e mi aspettano a cena!!!
La discesa sul versante opposto è molto ripida ed in alcuni tratti esposta per poi spianare in prossimità dell'attraversamento della ferrovia della Valsugana (sottopassaggio) e del torente Fersina (ponticciolo ballerino). Altro sottopassaggio per attraversare la statale e su fino a Civezzano dove mi aspetta una birra fresca a casa della Zia Vale e dello Zio Christian.
Dieci chilometri e 600 di dislivello per un percorso molto piacevole nei dintorni di Trento!




Visualizza Martignano Celva Civezzano in una mappa di dimensioni maggiori

mercoledì 5 agosto 2009

"OTTO" del Calisio

In compagnia di Amedeo a percorrere un "8" disegnato intorno al Calisio.

Da Martingano subito 350 metri di salita abbastanza ripidi, per poi corricchiare fino all'ex Rifugio Monte Calisio e Montevaccino. Ritorno sul versante che guarda verso le frazioni di Civezzano percorrendo la strada fino alla Calcara di Campel, da qui di nuovo sul "davanti" verso Carbonaia e poi ancora ex Rifugio per scendere dal sentiero di Predamala fino a Martignano.

Alla fine 560 metri di dislivello e 11,5 chilometri di percorrenza preticamente tutto su sterrato o sentiero.
Percorso divertente, vario e molto corribile. Da fare attenzione alla discesa con gambe stanche per il ripido sentiero di Predamala.


Visualizza Otto del Calisio in una mappa di dimensioni maggiori